Il consenso dei ceti medi

Pubblicato da Redazione il

Il nerbo del consenso dei movimenti totalitari come Fascismo e Nazismo era costituito da ceti medi che avevano paura di perdere quel poco o tanto che avevano. Non i poveri dunque sono la leva che porta i tiranni al potere, ma ceti medi spaventati.
Tale paura veniva convogliata verso coloro che, secondo la propaganda demagogiga, avrebbero potuto privarli di ciò che avevano: comunisti, socialisti, ebrei. 
Oggi le misure di Salvini contro immigrati e rom, riscuotono il consenso, anzi l’entusiamo, della maggioranza dei cittadini. 
Il che significa che, ora come allora, ceti medi che hanno paura di perdere ciò che hanno, scaricano le loro ansie e paure contro coloro che i nuovi demagoghi additano come nemici del benessere collettivo.
Ciò vuol dire che gli immigrati e i rom per Salvini sono ciò che furono socialisti ed ebrei per i movimenti totalitari del passato. Difenderli significa impedire una ingiustizia e nel contempo impedire che un nuovo fascismo e un nuovo nazismo possano ritornare.

Categorie: Commenti

Lascia un commento